Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Possono invece essere utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza di eventuali plugin di siti esterni.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookie. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

logo



muggiasociale

Servizio Sociale dell'Ambito territoriale Carso Giuliano

040 33 60 434

Text Size

Servizi e Interventi per l’Area della Disabilità

SOSTEGNO ALLA PRE-FORMAZIONE E ALL’INTEGRAZIONE LAVORATIVA A FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA’

Ha il compito di promuovere e realizzare l’inclusione sociale del cittadino disabile attraverso percorsi propedeutici e personalizzati finalizzati all’integrazione lavorativa avviati dal servizio sociale professionale tramite la pianificazione integrata con il SIL.

Il Servizio Integrazione Inserimento Lavorativo (SIIL) è un servizio di intermediazione formativa e/o lavorativa indirizzato a giovani con disabilità che hanno assolto l’obbligo scolastico e sono in possesso della certificazione ai sensi della legge 68/99 dalla quale risulti la necessità di interventi di supporto.

L’obiettivo perseguito è quello di rendere coerente l’offerta della persona disabile con le richieste del mercato del lavoro, proponendo percorsi il cui fine è la compatibilità tra soggetto disabile e mondo produttivo.

Nello specifico, attraverso il SIIL è possibile attivare i seguenti percorsi:

  • Tirocini di Formazione in Situazione lavorativa (TFS): hanno lo scopo di favorire una graduale acquisizione di competenze professionali e di consolidare le abilità e le capacità relazionali e lavorative in riferimento allo svolgimento delle mansioni individuate. Hanno durata trimestrale e/o annuale e si attuano attraverso due tipi di tirocinio, di crescente complessità ed impegno:

    • Sviluppo Competenze

    • Assunzione

Il Tirocinio di formazione in situazione lavorativa - Sviluppo Competenze: prevede l’acquisizione di competenze, lo sviluppo e consolidamento delle abilità attraverso uno o più tirocini della durata massima di 36 mesi complessivi. Comporta un impegno per un minimo di 20 ore ed un massimo di 35 ore settimanali.

Il Tirocinio di formazione in situazione lavorativa - Assunzione prevede un progetto personalizzato di integrazione lavorativa finalizzata all’assunzione. In questo caso il tirocinante rientra nella quota delle assunzioni obbligatorie che ciascuna azienda è tenuta a fare ai sensi della legge 68/1999. Questo tipo di tirocinio ha una durata di 3 mesi rinnovabile una sola volta per comprovate esigenze.

Per entrambi i percorsi è prevista la copertura assicurativa contro gli infortuni e la responsabilità civile verso terzi.

  • Tirocini di Formazione in Situazione lavorativa (TFS): possono essere di due tipi:

    • Conoscenza, Costruzione Compatibilità

    • Soggiorno Lavoro.

 

I Tirocini di Formazione in Situazione lavorativa (Conoscenza e Costruzione Compatibilità) propedeutici ad un’integrazione lavorativa, si articolano e si sviluppano in una logica di gradualità: dalla definizione/contrattazione con il tirocinante del percorso propedeutico che meglio risponde alle sue esigenze e caratteristiche e che consentirà la valutazione della prognosi lavorativa vera e propria, alla valutazione del raggiungimento delle sue compatibilità con le regole del ruolo lavorativo e la definizione delle caratteristiche tecniche dell’area di possibile inserimento. I Tirocini di formazione in situazione lavorativa, della durata di un anno, si attuano attraverso l’inserimento in uno o più contesti lavorativi e prevedono un impegno del tirocinante per un minimo di 15 ore e un massimo di 35 ore settimanali. I tirocini di formazione in situazione lavorativa hanno una durata massima di tre anni.

Il Tirocinio di Formazione in Situazione lavorativa (Soggiorno Lavoro) si attua con la permanenza a tempo pieno presso aziende e centri idonei allo scopo e viene rivolto a quei giovani disabili per i quali si ravvisa l’esigenza di un’esperienza di lavoro e di vita comunitaria al di fuori dell’ambiente familiare. Il Soggiorno Lavoro ha una durata massima di 4 mesi all’anno e si svolge sulla base di uno specifico programma addestrativo.

  • Inserimento Socio Lavorativo (ISL) conosciuto come Inserimento Socio Assistenziale (ISA).

L’Inserimento Socio Assistenziale è destinato ad una fascia di persone con particolare condizione clinica, per le quali si valuta non ci siano le condizioni per un inserimento a pieno titolo che, però, non necessitano di inserimento in strutture protette. L’Inserimento socio-lavorativo viene attivato in normali contesti lavorativi, dopo un percorso addestrativo svolto nell’ambito dei tirocini di formazione in situazione lavorativa (TFS); è un inserimento a tempo indeterminato e prevede un impegno che varia da un minimo di 15 ore a un massimo di 25 ore settimanali.

L’obiettivo di questo strumento è di offrire alla persona disabile un’opportunità lavorativa e di socializzazione finalizzata all’acquisizione di un ruolo sociale attivo.

Modalità di accesso

A seguito di un progetto concordato con il beneficiario, il Servizio sociale dei Comuni segnala, con apposita relazione, il nominativo della persona al SIIL. Per l’intera provincia, il SIIL di riferimento è quello del Comune di Trieste.

La persona indirizzata al SIIL effettua un colloquio conoscitivo e, a seguito della valutazione tecnica degli operatori, la persona ritenuta idonea viene inserita in apposita lista d’attesa monitorata e aggiornata regolarmente per l’eventuale abbinamento con la struttura formativa compatibile o per un percorso di orientamento lavorativo.

Al fine di realizzare il miglior inserimento possibile, gli operatori del SIIL attuano un’approfondita analisi dell’azienda che inserisce il lavoratore disabile e un’attenta rilevazione dei bisogni socio-educativi del tirocinante.

Il soggetto che intende avvalersi del servizio deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • ISEE ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 159/2013 in corso di validità;

  • riconoscimento dell'invalidità civile con percentuale superiore al 45%; lo stato di disabilità certificato attraverso l'invalidità civile deve comunque corrispondere ad una condizione di particolare difficoltà rispetto al mondo del lavoro, tale da presupporre l'attivazione di strumenti propedeutici all'integrazione lavorativa;

  • relazione conclusiva rilasciata dalla competente "Commissione di Accertamento della Disabilità" (art. 4 L. 104/92 e s.m.i. come integrato dall'art. 1 c.4 L.68/99 e s.m.i.). Si specifica che possono beneficiare dei percorsi sopra indicati solo le persone disabili per le quali la citata Commissione ha espresso una delle seguenti formule:

  • necessita di un percorso formativo propedeutico al collocamento mirato;

  • necessita di inserimento lavorativo socio assistenziale.

L’accesso al servizio può essere effettuato in qualsiasi periodo dell’anno.

Standard di qualità

Costruzione di progetti personalizzati orientati, per quanto possibile, a soddisfare le aspirazioni e necessità del soggetto; coinvolgimento e sensibilizzazione crescente delle realtà produttive del territorio che si dichiarino disponibili ad ospitare lavoratori inviati dal SIIL.

 

A chi rivolgersi

Gli assistenti sociali svolgono attività di segretariato rivolto all’area disabilità presso gli uffici del SSC.

Gli orari e le sedi degli uffici sono riportati nell’allegato alla presente Carta dei Servizi e sui siti web del Comune di Muggia, San Dorligo della Valle, Duino Aurisina, Sgonico e Monrupino

SERVIZI DI AIUTO ALLA PERSONA CON DISABILITA’ (SAP)

Interventi di tipo socio-educativo, formulati d’intesa con il soggetto e i suoi familiari, volti a supportare le persone con disabilità nel soddisfacimento di esigenze quotidiane come, per esempio, la cura di sé, il rafforzamento e miglioramento delle abilità acquisite, il trasporto e, più in generale, la fruizione dei servizi di base, l’accompagnamento e il supporto nella vita relazionale e di socializzazione. Il servizio viene svolto da educatori della Cooperativa convenzionata con il SSC e si svolge a domicilio e/o nei diversi contesti del territorio e di vita del soggetto, secondo quanto stabilito nel progetto individuale. L’intervento può essere individuale o di gruppo.

Modalità, tempistiche di accesso e costi

A seguito della richiesta dell’interessato o della segnalazione di un altro Servizio, il Servizio sociale dei Comuni dell’Ambito territoriale Carso Giuliano valuta l’opportunità dell’attivazione e l’appropriatezza dell’intervento. Per accedere agli interventi è necessario essere in possesso dell’ISEE in corso di validità e di certificazione ai sensi della legge 104/92 e s.m.i.

L’accesso al servizio può essere effettuato in qualsiasi periodo dell’anno.

Standard di qualità

Interventi flessibili e coerenti con i bisogni rilevati, capaci di sostenere l’integrazione.

A chi rivolgersi

Gli assistenti sociali svolgono attività di segretariato rivolto all’area adulti e disabili presso gli uffici del SSC.

Gli orari e le sedi degli uffici sono riportati nell’allegato alla presente Carta dei Servizi e sui siti web dei Comuni dell’Ambito.

SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI

Indirizzo: piazza Repubblica, 4 - 2° piano - 34015 Muggia (TS)

Telefono: 040 - 33 60 111

Fax: 040 -  33 02 02

Email: ambito.sociale@comunedimuggia.ts.it

PEC: comune.muggia@certgov.fvg.it

P. IVA:  00111990321